Raccomandazioni al lavoro

Aggiornato il 12 gennaio 2014 - Il dibattito è terminato il 24 giugno 2014

Pro
20,9%
Contro
79,1%
Businessman and Businesswoman Talking

Ha fatto scalpore la richiesta di preferenza di voto fatta ai propri amici dal ministro Franceschini nei confronti della propria compagna Michela Di Biase, candidata al Comune di Roma.

Una notizia che ha sollevato, ancora una volta, lo scottante tema delle raccomandazioni al lavoro, tanto criticate eppure tanto usate in Italia come spinta nei colloqui e nelle trattative.

Tu come la pensi, sei pro o contro le raccomandazioni?

Pro perché...


  • Solo Paola - la risposta pro e' da argomentare, nel senso che sono pro se penso per esempio ad una persona disoccupata che chiede aiuto a parenti ed amici per trovare lavoro, e quest'ultimi l'aiutano mettendo una "buona parola",indicandola come una persona affidabile, sono contro se penso per esempio alla casta politica che riesce a piazzare parenti e conoscenti in posti di lavoro con stipendi d'oro e magari non hanno neanche le competenze giuste per svolgere quelle mansioni
    25/05/2013
    0
  • Lulu Lush - La raccomandazione può essere anche intesa come "segnalazione": se una persona è professionalmente valida, è giusto che venga segnalata... il termine raccomandare non deve per forza essere visto in negativo. Se una persona merita, perché non metterci una buona parola?
    10/06/2013
    0
  • Monica Capuzzo - Diciamocela chiaramente! Che le raccomandazioni diano fastidio, bhè..è logico per chi non le può avere..che a volte vengano assunti amici e parenti che manco hanno competenza nella mansione..anche questa è una verità..ed in questo caso non ci sto, ma si sa..è sempre andata così e oggi più di ieri, data la crisi in cui è il paese, se non ci fosse qualche raccomandazione, qualche Padre o Madre di famiglia, non sarebbe in grado di provvedere alla famiglia! Certo è che bisogna sempre ricordarsi di tal gesto e non dimenticare MAI, che c'è qualcuno che tal fortuna non la può avere!
    11/06/2013
    0
  • Emanuele Lenus Pisapia - mmm?
    18/06/2013
    0
  • Serena Bosio - Le raccomandazioni ci sn nel quotidiano inutile fare i perbenisti. Se io ho un bar e cerco una barista, IN GENERE, sarò sempre disposta ad assumere conoscenti o figli di amici. Questo avviene nel piccolo come nel grande. Diverso invece è il dover PAGARE x essere assunti
    24/06/2013
    0

Contro perché...


  • Luana Rufini - Assolutamente contro, le raccomandazioni al lavoro rappresentano quato di più incivile la società odierna possa fare, tagliando il futuro alle vere menti e alla società stessa
    02/06/2013
    0
  • Girasolae Campise - Contro, va bene dare una mano a qualcuno in cerca di lavoro, segnalando annunci o aziende che cercano. Però poi una persona dovrebbe essere presa a lavorare per le sue competenze e capacità professionali, non perché è stata raccomandata.
    03/06/2013
    0
  • Krisstynne Nistor - sono contra per il semplice motivo,che una raccomandazione,sia anche verificabile,si po truffare. e una perdita di tempo. ed io dico che lo fanno apposta x rifiutare...periodo di prova e l'unica cosa che dimostra quello che sei,quello che sai fare.tante parole scritte nel CV e nel un folio di carta sono solo una stupidità.
    03/06/2013
    0
  • Paola Durastante - Assolutamente contro le raccomandzioni. Bloccano l'inventiva, bloccano la competizione e la voglia di fare di più. E' di questi giorni la notizia che l'Ikea ha chiesto caldamente ad un politico abruzzese di evitare pressioni e raccomandazioni... Tutte le aziende dovrebbero fare cosi, in breve si toglierebbe anche più potere ai politici che non potranno acquistare voiti con promesse ( mai mentenute ) di posti di lavoro
    04/06/2013
    0
  • Giusy Capozzi - Contro, senza dubbi! L'Italia purtroppo è il paese dei raccomandati, se questo sistema non si spezza avremo sempre gente incompetente che occupa certi posti e che lavora controvoglia e a discapito del prossimo solo perchè pensi che le sia dovuto. E fuori? Tutti quelli che hanno le competenze giuste, la volontà e la voglia di lavorare. Purtroppo ne so qualcosa!
    05/06/2013
    0
  • Loredana Rossi - Accettare una raccomandazione o anche cercarla è deplorevole e vergognoso, andrebbero denunciati sia chi la cerca che colui che la offre!
    10/06/2013
    0
  • Kis Moni - Cambiamo mentalità, piuttosto impegnarsi e promuovere lo studio , essere precisi e seri cosi nessuno avrebbe bisogno di raccomandazioni ma soltanto voglia di fare e con le conoscenze superare le prove.
    12/01/2014
    0